domenica, settembre 06, 2009

Piccola curiosità sulle Brokeback mountain...




Brokeback Mountain : le montagne del film non esistono ???

POTENZA del cinema !
Non solo genera risate, polemiche, lacrime e passioni, ma incita a viaggi ed aiuta il turismo. Non è una novità che da sempre bei film abbiano nel giro di una notte decretato la fortuna di località sconosciute o rivalutato destinazioni cadute in disgrazia.
Ed ora è la volta delle splendide montagne filmate in Brokeback Mountain da Ang Lee.
Unico particolare: quelle montagne non esistono, o meglio non esistono in Wyoming dove il film è ambientato.
Ma la gente stà soccombendo alla bellezza delle immagini e il volume di prenotazioni ed informazioni richieste all’ Uffiico turistico dello Stato del Wyoming è schizzato alle stelle. Brokeback Mountain in pratica non esiste ma questo non significa che la gente non voglia andarci.
Nella libro di Anne Proulx, da cui il libro è tratto, i due cowboys innamorati pascolano un’enorme gregge di pecore su e giù per il Big Horns in Wyoming ma Ang Lee per risparmiare sulla produzione ha invece girato le scene sulle Canadian Rockies, vicino Alberta.
Il fatto è che tanti non lo sanno e nella minuscola cittadina di Ten Sleeps, ai piedi del Big Horns, 300 abitanti nei momenti migliori, si sono cominciate a vedere in giro nuove facce.
Troppe.
Diane Shober, direttrice dell’Ufficio Turistico dello Stato del Wyoming, se la ride di gusto “ Riceviamo decine e decine di telefonate di gente che ci chiede se Brokeback Mountain esiste per davvero, dove è possibile pernottare, cose così. La gente ha visto il film e vuole andare a sperimentare di persona la bellezza dei paseaggi. E` tutta pubblicità per noi ”.
Ma c’è chi non gradisce affatto.
Da queste parti non siamo abituati ad aver a che fare con certe persone – dice ad esempio Derrell Broeke, 60 anni, esperto ranchero da sempre, proprietario dell’unico hotel e campeggio per campers della zona. E Broeke è chiaro nelle sue allusioni. Non c'è molta simpatia per cowboys omosessuali quì. Tutti la pensano come me: questo film non rispecchia chi veramente siamo noi cowboys e rancheri della zona. E’ come uno schiaffo in faccia per noi. Per questo non andrò neanche a vederlo ”.
Dello stesso parere il presidente della Camera di Commercio di Worland, una cittadina vicina Ten Sleep. “ La famiglia di mia madre è in questa zona dal 1893 – ha detto Mike Wallard -. Mia madre ha letto il libro della Proulx ma non le è piaciuto: ha detto che dipinge la gente di queste parti come un branco di pazzi “.
Ma forse Wallard e Broeke non sanno, o fanno finta di non sapere, che proprio in Wyoming si tiene ogni anno il più grande raduno di cowboys omosessuali degli Stati Uniti che lo scorso anno ha raggiunto le 5 mila presenze.
Turismo gay a parte, chi volesse quindi ammirare la bellezza scenica delle montagne del film farà bene a recarsi in Canada.
“Abbiamo notato un aumento del turismo legato al film – ammette Joe Conelly dellUfficio Turistico di Calgary – La gente vuole vedere quello che vede al cinema. Per il turismo tutto serve se pubblicizza bene”.
Un altro film che genero` lo stesso tipo di reazione turistica in Wyoming fu il celeberrimo “Incontri ravvicinati del terzo tipo” di Spielberg che fu girato alle Devil Towers.
Questa volta una località reale.

Nessun commento:

Posta un commento

Thank you so much...I love your comments.
Have a wonderful day.
by giorno26 ღ