lunedì, ottobre 12, 2009

A mio padre...


Non dà sollievo il tempo:
mentivano dicendo che sarebbe stata breve la mia pena.
Lo sento nella pioggia che piange, nella marea che si ritira; sciolte le vecchie navi ad ogni porto, le foglie dell'anno passato sono fumo sui sentieri; non cosí per l'amaro della morte, che resta, opprime il cuore, abita in me.
Ho paura di andare in troppi luoghi che traboccano della sua memoria.
E se respiro in qualche quieta stanza ignota al passo e al volto luminoso, dico "non c’è memoria, quì, di lui" e resto frastornata a ricordarlo...

Nessun commento:

Posta un commento

Thank you so much...I love your comments.
Have a wonderful day.
by giorno26 ღ