venerdì, maggio 14, 2010

Mac ‘n’ cheese

I " maccheroni " con il formaggio ( Mac 'n' cheese ) sono un robusto e saporito piatto di pasta decisamente calorico, non italiano, dal momento che si tratta di una tipica ricetta americana.
Chiaramente questi maccheroni sono il risultato dalla pasta che i nostri immigrati italiani hanno portato con sè in America, e che poi nel corso del tempo sono stati arricchiti con molto ma molto formaggio, e la panna o il burro.
Il formaggio da usare per questi maccheroni dovrebbe essere il Cheddar, ma io suggerisco di sostituirlo con del saporito ed Italianissimo Provolone od un altro dei molti nostri formaggi fondenti come il Montasio o l’Asiago o il Piave.


Maccheroni al formaggio
dosi per 6-8 persone

Ingredienti :
- 750 gr. di maccheroni intesi come pasta corta secca
 (a scelta tra tortiglioni, gnocchi, conchiglie, penne rigate)
- 500 gr. di formaggio saporito e fondente a scelta tra i molti prodotti italiani
 ( ovviamente niente formaggio fuso o cose del genere )
- 250 ml. di latte intero
- 250 ml. di panna liquida
- 60 gr. di burro
1 cucchiaio di senape di Digione ( quella forte )
1 cucchiaino di pepe nero macinato o pestato al momento
1 cucchiaino scarso di salsa piccante a base di peperoncino come il Tabasco
sale q.b.

Preparazione:
Cuocete la pasta in abbondante acqua, salata.
Scolatela e mettetela in una pentola su un fuoco molto basso.
Aggiungete il formaggio dopo averlo grattugiato o triturato, la panna, il latte, il burro, la senape, il pepe e il Tabasco.
Mescolando continuamente fate fondere il formaggio, e se serve asciugare un pochino la salsa.
Servite subito questo piatto ben caldo e filante di maccheroni americani, dopo aver aggiustato di sale e pepe.
L'ho detto all'inizio che in questo piatto c’era tanto, ma tanto formaggio, per cui vi suggerisco di servirlo come piatto unico e di preparare le vostre papille gustative.
Nelle giornate molto fredde o in montagna diventa anche accettabile questo piatto dal punto di vista calorico.

Curiosità : l'elemento fondamentale della dieta mediterranea e cioè la semplicità dei piatti e delle preparazioni, non è conosciuto nel vocabolario dietetico americano.
Se fate sapere ad una signora americana che la vera pizza napoletana è condita solo con pomodoro fresco e mozzarella di bufala, la risposta sarà :
" solamente ? ".
In America si condisce tutto: dalla carne con le salse, alle patate col ketchup, all'insalata con le salse ( vinaigrette ) più disparate ( la " Cesar salad " contiene addirittura quadratini di pane abbrustolito ).
A mio parere non c'è l'abitudine ad assaporare un cibo in quanto tale, cogliendone la caratteristiche proprie di qualità e freschezza, ad esempio a New York riuscirete addirittura a mangiare un " Texas Burger ", con carne, bacon e frittata !!
Per quanto riguarda il Cheddar è un formaggio a pasta dura, di colore che può variare dal giallo pallido fino all'arancione, dal gusto deciso.
Ha origine nel villaggio inglese di Cheddar, nel Somerset, da cui prende il nome.
Il Cheddar è il più diffuso formaggio britannico, e contribuisce per oltre il 50% agli 1.9 miliardi di sterline del fatturato annuo dei formaggi inglesi.
È largamente diffuso anche negli altri paesi di influenza anglosassone, come l'Australia, gli Stati Uniti e il Canada.
Il Cheddar viene prodotto almeno dal 1170.
In un documento del Re Enrico II d'Inghilterra è annotato l'acquisto di 10.420 libbre al prezzo di un farthing per libbra ( 3 sterline per tonnellata ).
Nel corso della II guerra mondiale tutto il latte doveva andare alle fabbriche del formaggio Cheddar che era impiegato per le truppe.
Questo causò la rinuncia a produrre altri tipi di formaggi, fra cui il Caerphilly, che da allora rappresentano produzioni di nicchia.

Nessun commento:

Posta un commento

Thank you so much...I love your comments.
Have a wonderful day.
by giorno26 ღ