domenica, aprile 18, 2010

Dongtan city...dream or reality ?

La Repubblica Popolare Cinese con una superficie di 9.671.018 km², è diventata di recente il primo produttore mondiale di anidride carbonica Co2, e per riparare al grave danno che arreca al pianeta con il suo colossale inquinamento, ha in serbo nel proprio cassetto la costruzione di 400 città ecologiche nei prossimi vent'anni.

La prima citta' tutta ecologica al mondo, si chiama Dongtan 東灘 e stà crescendo nel delta del Fiume Giallo nell'isola di Chongming che tradotto significa " East Beach ", la 3° isola piu' grande della Cina, posizionata proprio di fronte a Shanghai e la sua realizzazione, proprio perchè è la prima, viene considerata di cruciale importanza.
Di questo progetto di città a basso impatto ambientale se ne parla dal 2007 come di un luogo da paradiso, con case tutte orientate al sole, turbine eoliche, veicoli ecologici e agricoltura esclusivamente biologica.
Dongtan occupa una superficie di 630 ettari di terreno, circa 3/4 di quella di Manhattan ed è costruita con criteri ecocompatibili, in quanto è progettata con una pianificazione urbanistica all'avanguardia e molto attenta a ridurre le esigenze di mobilità, la quale viene affrontata con particolare interesse.
Saranno creati una serie di centri collegati da piste ciclabili e veri e propri corridoi per i trasporti pubblici anche sottomarini.
Sulle strade si spera, viaggeranno soprattutto veicoli a propulsione ibrida, elettrici o a idrogeno.
Ogni costruzione dovrà essere autosufficiente dal punto di vista energetico e gran parte della città sarà alimentata da energia eolica, solare e a biomasse.
I rifiuti verranno riciclati e una parte saranno riutilizzati come concime per terreni agricoli.
Dongtan nasce per essere una sorta di dependence " eco-lussuosa " per gli affaristi di Shanghai, una miscela di attrazioni in una combinazione paesaggistica-naturale con zone ecoturistiche, prima tra tutte l'enorme zona paludosa nella parte meridionale dell'isola, che è la più grande riserva per uccelli migratori della Cina, e che costituirà un punto di forza per il turismo.
Verrà praticata l'agricoltura biologica e la silvi-coltura ecologica ( la scienza che studia l'impianto, la coltivazione e l'utilizzazione dei boschi ).
La prima fase dei lavori che dovranno completarsi entro il 2010, prevede una costruzione di un tunnel ed un ponte che collegheranno l'isola a Shanghai, una metropoli in continua trasformazione, che proprio nel 2010 dal 1° maggio al 31 Ottobre, ospiterà l'Esposizione Universale.
Si prevede che entro l'anno 2010 Dongtan ospiterà 25.000 abitanti per averne già 500.000 nel 2030.
Il progetto di questa opera imponente, assai diversa ma lo stesso spettacolare come il " The World " realizzato al largo di Dubai sul Golfo Persico, è affidato alla Shanghai Industrial Investment Corp (SIIC) e alla società d'ingegneria britannica Arup .

Nessun commento:

Posta un commento

Thank you so much...I love your comments.
Have a wonderful day.
by giorno26 ღ